La dispareunia è una patologia che affligge la sfera sessuale femminile. Si compone di dolore, profondo, che si presenta durante l’atto sessuale. Tale patologia, per il sintomo principale che la caratterizza, affligge sia il benessere sessuale che la qualità di vita della donna.

Cause

Dal momento che la dispareunia più che una patologia può essere identificata come un sintomo invalidante, le cause si ritrovano in diverse condizioni.

Vulvovaginite atrofica

La vulvovaginite atrofica è la principale causa di dispareunia. Essa consiste in una riduzione dei livelli di estrogeni, principalmente imputabile alla menopausa, con un conseguente impatto sulla salute vaginale. In particolare, la carenza di estrogeni comporta un ridotto trofismo della mucosa vaginale, un aumento del pH vaginale, un aumento dei dismicrobismi e una riduzione dello spessore tissutale. In particolare, il ridotto trofismo e spessore tissutale favoriscono la formazione di escoriazioni, abrasioni e sanguinamenti. L’aumento del pH vaginale comporta un ridotto effetto antibatterico che si esplica in un aumento di infezioni batteriche e/o fungine (es. Candida).

Radioterapia

Donne che vanno incontro a radioterapia o brachiterapia localizzata per tumore cervicale possono avere come conseguenza la vulvovaginite atrofica. In questo caso, l’eziologia risiede nell’aumento della fibrosi tissutale e della riduzione dei recettori per gli estrogeni. Le conseguenze, tuttavia, sono simili se non peggiori alla vulvovaginite atrofica.

Componente di ipertono muscolare

In alcuni casi, i muscoli del pavimento pelvico possono presentare un tono muscolare aumentato. Tale ipertono può essere responsabile di dolore alla penetrazione e/o a riposo.

Endometriosi

La componente endometriosica può affliggere la sfera sessuale della donna. In particolare, la presenza di noduli endometriosici profondi può presentarsi con dispareunia. In tal caso, una terapia con pillola anticoncezionale può ridurre il dolore. Eventualmente, nei casi più gravi, l’intervento chirurgico si rende necessario.

Post partum

In conseguenza al parto alcune volte si possono verificare lacerazioni vaginali che necessitano di una sutura chirurgica. Alcune volte come esito cicatriziale si verifica una fibrosi che traziona i tessuti ed esita con dolore cronico e dispareunia.

Componente psicologica

Una componente psicologica riveste un ruolo importante nella genesi della dispareunia. In particolare, essa può esplicarsi con la comparsa di dolore e/o ridotta lubrificazione durante il rapporto sessuale. Inoltre, qualora si esplichi in un rifiuto dell’atto sessuale per paura del dolore, prende il nome di vaginismo.

Terapia

Nella maggior parte dei casi, la dispareunia viene sottovalutata dalla donna e, per questo motivo, spesso essa si rivolge al ginecologo dopo molto tempo dalla comparsa. Quando una terapia diventa necessaria, essa può rientrare in una delle seguenti classi.

Radiofrequenza

La radiofrequenza vaginale è una recente e innovativa terapia che si basa sull’utilizzo di radiofrequenze. Un manipolo apposito evoca potenziali elettrici che attraversano i tessuti riscaldandoli e, di conseguenza, inducendo una biostimolazione tissutale. Diverse sedute sono necessarie per ottenere il risultato sperato. In ogni caso, il ginecologo saprà stilare per la donna il miglior protocollo terapeutico.

Farmaci

La dispareunia si può curare con alcuni farmaci topici e/o sistemici.

  • Estrogeni: qualora la donna soffra di vulvovaginite atrofica, la terapia sostitutiva ormonale può sopperire alla carenza estrogenica e migliorare il trofismo e la salute vaginale.
  • Botulino: qualora una componente di ipertono muscolare sia responsabile della dispareunia, la tossina botulinica può risolverla. In particolare, la tossina botulinica agisce riducendo e/o abolendo la contrazione muscolare.

Psicoterapia

Lo psicologo sessuale svolge la sua funzione terapeutica in associazione con il ginecologo. In particolare, sedute di psicoterapia possono approfondire l’esistenza di una componente psicologica che affligge il benessere sessuale della donna.